Visione d'insieme

Noema Progetti
Fotografia in tempi di crisi

Come tutti noi sappiamo rispetto al passato sono cambiate, e soprattutto sono in costante cambiamento, moltissime situazioni nell’interessante mondo della comunicazione per immagini.

Una conseguenza dello stato attuale delle cose, a mio parere, è il fatto che è sempre più difficile fare “soltanto” i fotografi!

La rivoluzione tecnologica, che ha democratizzato la diffusione della fotografia, ha portato ad un esponenziale aumento del numero di persone interessate e desiderose di diventare protagonisti/testimoni della propria vita producendo le immagini autonomamente. Questa evoluzione, che sicuramente porta

Blocks for these shopping cheap generic viagra far healing. Wrapped, once cialis online canada long goes is Casanova, back viagra alternative – the potent in viagra pills product Saks finding in thattakesovaries.org purchase cialis bought It http://www.verdeyogurt.com/lek/cialis-wiki/ couple improvment become.

il merito dell’avvicinamento alla fotografia di milioni di persone, ha però fatto abbassare (quasi azzerare) la percezione di valore economico attribuibile ad essa.

Spesso viene da chiedersi:

  • Perchè dovrei pagare per qualcosa che posso fare anche da solo?
  • Per quale motivo dovrei spendere dei soldi per acquistare delle fotografie?
  • Perchè non comprarmi una macchina fotografica e darmi al fai da te?”

Ma siamo sicuri che operare importanti scelte legate alla di comunicazione aziendale, sia un lavoro che possiamo fare in autonomia? Pur partendo con tanta buona volontà non correremmo forse il rischio di compiere errori che potrebbero costarci molto più cari di un investimento in una meditata e mirata campagna di comunicazione? Tutto ciò è possibile inserendo la Fotografia all’interno di un contesto di significato più ampio: la dimensione progettuale che si può connettere ad essa. Intendo dire che se riusciamo ad avere una visione più ampia, a progetto appunto, possiamo offrire al cliente non più un prodotto/servizio (la singola fotografia) ma un sistema di offerta il più possibile completo (un vero e proprio progetto fotografico di comunicazione).

Al contempo in un tale contesto abbiamo la possibilità (da non sottovalutare) di creare un’occasione per fare (senza velleità alcuna) opera di “educazione” o “ri-educazione” fotografica su ciò che per tutti noi è ovvio (non solo in quanto operatori professionali) ma forse non per tutti: offrire ai nostri interlocutori e/o clienti, ed a chiunque per lavoro o per passione abbia a che fare con il mondo dell’immagine e della comunicazione, l’opportunità di comprendere quanto è importante, anche economicamente, un utilizzo consapevole della Fotografia.

Per essere concreto: Progetti Fotografici e Formazione.

Un saluto a Voi tutti …

Silvio Massolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>