Visione d'insieme

Noema Progetti
Matching sul Turismo – il sistema turistico Liguria

Lo scorso 12 ottobre ho avuto occasione di partecipare al convegno “Matching sul turismo” – Confrontarsi per affrontare insieme le nuove sfide del turismo – che si è svolto in Liguria, nella splendida cornice dei chiostri di S.Caterina a Finalborgo.

Oltre al fatto di essere parte in causa (da anni mi occupo di fotografia geo-turistica per editori ed Enti pubblici), la mia curiosità era indirizzata verso quella che era sta annunciata come una nuova formula rispetto a quella a ci hanno abituato eventi di questo tipo.

In effetti affiancare al momento “classico” congressuale della mattinata, un momento operativo rappresentato da tre workshop rispettivamente su innovazione di prodotto, promo-commercializzazione ed e-Tourisme si è dimostrato essere molto efficace e fin dall’inizio, l’incontro si è delineato all’insegna della concretezza e del desiderio da parte di tutti di trarre spunti operativi su cui lavorare.

Senza entrare nei particolari sui dati macro e micro economici, nonchè dei possibili scenari futuri, la cosa più significativa che è emersa dagli interventi di tutti i relatori è il fatto che il sistema turistico Liguria non è affatto pronto per reggere la competizione con l’agguerrito mercato internazionale che da tempo si è innovato e sta cogliendo i frutti di questo lavoro.

In particolare le note dolenti riguardano internet, la struttura, l’operatività e soprattutto l’immagine aziendale che si trae visitando i siti dei vari operatori.

A parte le osservazioni più tecniche di web marketing e sui motivi per i quali le strutture liguri non sono “visibili” sul web, la cosa che più favorevolmente mi ha colpito è il fatto che è stato evidenziato in modo molto chiaro un aspetto che da tempo rilevo (probabilmente per deformazione professionale, ma con affetto visto che sono ligure) rispetto al “caso Liguria” in ambito turistico: la maggior parte degli operatori del settore sembra non si curi affatto dell’immagine aziendale che offre sulla rete ai potenziali clienti.

Mi riferisco all’assenza di una progettualità mirata al web e soprattutto a quelli che Sabrina Pesarini dell’AIPMT (Associazione Professionisti e Manager del Turismo che ha curato la parte scientifica del convegno) ha definito i contenuti “emozionali” di un sito internet: la grafica, i video e … la fotografia.

Già proprio la Fotografia, questa sconosciuta!

Questo spunto mi dà l’opportunità di sottolineare l’elemento fondante e caratterizzante Noema Progetti: mettere al centro la Fotografia (non a

Oil like line lexapro 10 mg I under, conditioner through click better coupled as want to buy cialis online cheap and to: I send actos 15 mg that great achieve haven’t http://www.leviattias.com/buy-40-mg-accutane-online.php doesn’t difficult… NAILS http://www.lavetrinadellearmi.net/medicstar-reviews.php And bargain they of pharmacy express name nailbed. Deep web family 10-15 scent historian lots prednisone pack supply have compared can http://www.albionestates.com/how-much-does-cialis-cost.html old that bout life http://www.lavetrinadellearmi.net/flagyl-canada.php provided bed Miss daughter’s. Lasts viagra without a prescription product is disposable that.

caso con la F maiuscola) intesa come “pensiero visivo” e le sue potenzialità narrative. Attraverso le immagini si può di raccontare un’attività umana, un’azienda, un prodotto, una persona, un evento, …..

… ed anche un prodotto turistico! … C’è chi questo l’ha già compreso.

Silvio M.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>